Mission

“L’estremismo, nella difesa della libertà, non è un vizio.
La moderazione, nel perseguimento della giustizia, non è una virtù”

Così sosteneva Barry Morris Goldwater.

Con questo blog ci si propone di andare nella direzione tracciata da Goldwater: le idee ivi elaborate e promosse non defletteranno dalla volontà di porsi come un argine irriducibile in difesa della libertà individuale, ogni giorno sempre più stuprata e vilipesa dalle devastanti interferenze del potere statale nelle nostre vite; così come non arretreranno di un millimetro nel perorare strenuamente dei principi di giustizia fondati sul riconoscimento di un ineliminabile limite proprietario, in assenza del quale la libertà si trasforma inevitabilmente in licenza sconfinata, prevaricante su qualsiasi valutazione di carattere etico e morale.

Per far questo, ci si avvarrà principalmente degli strumenti, dei metodi e dell’armamentario ideologico elaborati e sviluppati da una ben precisa scuola di pensiero, nel corso della sua secolare storia: la Scuola Austriaca di Economia.

L’unica che, coerentemente e con rigore, da un lato, ha da sempre denunciato i danni dell’interventismo statale, l’immoralità della sua azione, la violenza distruttrice del fiscalismo predatorio e della burocrazia asfissiante, nonché la natura corruttrice della regolamentazione oppressiva e del Welfare irresponsabile; e, d’altro canto, si è sempre prodigata nel sostenere che una civiltà libera e prospera può fiorire solo ed esclusivamente laddove vi sia il necessario rispetto delle idee di proprietà privata, di scambio libero e volontario e di una moneta sana ed onesta.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*